Osservatorio

Osservatorio astronomico

Aperto il primo e l’ultimo venerdì di ogni mese



La strumentazione

Rifrattore D.15 cm. F.1200. ingrandimenti da 30x a 250x
con filtro solare.

Rifrattore D.15 cm. F.2250. ingrandimenti da 40x a 300x.

Riflettore D.25 cm. F.1200
+ camera CCD.

Su struttura equatoriale a forcella
con moto siderale.

Coronado Solare PST 40 in luce H-Alfa.

  • Visita all'Osservatorio astronomico di Cento
  • Storia dell'Osservatorio astronomico

Visita all’Osservatorio astronomico di Cento

L’osservatorio astronomico “P.Burgatti” del comune di Cento è stato gentilmente concesso in uso all’associazione Astrofili Centesi per diffondere la passione e la conoscenze dell’astronomia in tutto il territorio.
All’osservatorio astronomico si organizzano serate tematiche e osservative il primo e l’ultimo venerdì di ogni mese ma è aperto anche in serate particolari quali eclissi, stelle cadenti, ecc…

Si possono organizzare incontri per gruppi di persone in giornate all’infuori del programma oppure incontri per scolaresche sia di giorno  che di sera.

La visita all’osservatorio è assolutamente gratuita e non necessita di prenotazione (a meno che non ci siano gruppi di scolaresche o gruppi con cui concordare una data di incontro).

All’osservazione è sempre accompagnata anche una mini lezione che permette al visitatore di capire quello che sta osservando.
La nostra passione per l’astronomia ci permette di organizzare serate per grandi e piccini e di accompagnarli in un bellissimo viaggio tra le stelle e i pianeti.

Per appuntamento o informazioni chiamare il numero
+39 346 8699254
o scrivere all’indirizzo email astrofilicentesi@gmail.com

saletta

osservatorio-cupola1

La storia dell’Osservatorio astronomico di Cento

Nel lontano 1984 in occasione al vivo interesse suscitato dalla conferenza di Astronomia tenuta dal Direttore dell’Osservatorio di Trieste “Margherita Hack” del 28 settembre 1984, presso il teatro comunale G. Borgatti dal titolo “Le ipotesi sull’origine dell’Universo” e promossa dalla Fiat Trattori, si è venuta concretizzando la realizzazione a Cento di un Osservatorio Astronomico.

L’idea, partita nel 1970, da un gruppo di operai e tecnici facente parte del “gruppo lavoratori” della parrocchia di S. Biagio, è poi stata continuamente tenuta in vita grazie all’impegno di alcuni astrofili centesi, tra cui il prof. Massimiliano Ottani.

Nel corso degli anni l’opera di divulgazione degli astrofili, collocatisi all’interno del Gruppo Scientifico Centese nato come associazione nel 1983, ha reso possibile la realizzazione del progetto di costruzione dell’Osservatorio.

La realizzazione del primo stralcio, torre e cupola, fu finanziato con il contributo del comune di Cento, Cassa di Risparmio di Cento, ITIS di Cento (costruzione del telescopio), scuole Taddia (movimentazione della cupola) e come locazione dell’edificio fu scelto il cortile all’interno della Scuola Media “il Guercino”.

Si decise di intitolare l’Osservatorio a Pietro Burgatti, nato a Cento il 27-02-1968, professore di Meccanica Razionale e Fisica Matematica alle Università di Ferrara e Bologna e con la grande passione per la meccanica celeste.

Nel 1991 si è costituito il Gruppo Astrofili Mizar con il prof. Massimiliano Ottani in qualità di Direttore, Davide Balboni e Stefano Melloni come coordinatori e addetti all’apertura per il pubblico.

Nel 2007 si è costituita, con regolare statuto, L’associazione Astrofili Centesi di cui Massimiliano Ottani ricopriva la carica di Presidente e Marco Amadio Pilati di Direttore dell’Osservatorio.

Nel 2010 si è aggiornato lo statuto e le cariche sociali così suddivise:

Davide Balboni (presidente), Stefano Melloni (vice presidente), Valerio Cantori (segretario), Marco Amadio Pilati (direttore).

Da ottobre 2016 la carica di direttrice dell’Osservatorio è ricoperta dalla dottoressa Claudia Ferrari.

lavoro1
Operai al lavoro per la costruzione della cupola

lavori2
Massimiliano Ottani e colleghi davanti al primo telescopio

lavori3
L’inaugurazione con Monsignor Baviera

This is a unique website which will require a more modern browser to work!

Please upgrade today!