Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

L’eclissi di Luna è un evento bellissimo da osservare.

Istante dopo istante la Luna sparisce nell’ombra della Terra, diventando sempre più rossa, sempre più scura e quando l’eclissi è al suo apice diventa quasi difficile vederla, la Luna, sullo sfondo nero del cielo.

Ma per quale motivo questo succede?

L’eclissi di Luna avviene quando Sole, Terra e Luna sono allineati e l’ombra della Terra oscura la Luna; questo ovviamente implica che le eclissi di Luna si possono avere solo in corrispondenza della fase di Luna piena.

Per quale motivo è importante osservare l’eclissi di Luna?

Durante l’eclissi di Luna è possibile misurare quanto sia più grande il diametro terrestre rispetto a quello della Luna (misurando le ombre) e quindi calcolare la distanza Terra-Luna con buona approssimazione, come fece Aristarco di Samo oltre 2200 anni fa.

Durante una eclissi di Luna si riesce a calcolare con ottima precisione il periodo sinodico della Luna, ovvero il periodo che impiega la Luna a riallinearsi con Terra e Sole.

Tutti ricorderanno la splendida eclissi del 27 luglio 2018, verso le 22:00 circa. Considerando che quella di oggi è avvenuta alle 5:00 circa, possiamo calcolare che tra le due eclissi sono passate 4255 ore.

Considerando che in questo periodo ci sono state 6 lunazioni, da ciò si evince che 4255 / 6 = 709,16 ore ovvero 29,5 giorni! I dati ufficiali confermano un periodo sinodico della Luna di 29,5 giorni.

Vi aspettiamo in osservatorio il 16 luglio 2019 per la prossima eclissi di Luna!

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail