Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Anche quest’anno si è svolta la tradizionale Gita Sociale dell’Associazione Astrofili Centesi.

Dal 15 al 18 giugno, i soci si sono fatti incantare dalle meravigliose Alpi del Trentino Alto Adige. In Val d’Ega, infatti, vicinissimo a Bolzano, sorge Collepietra, un piccolo paesello battezzato “Astrovillaggio”. Nei suoi dintorni, infatti, sorgono un Planetario incredibile, un “doppio” Osservatorio Astronomico ed è possibile camminare nel verde della rigogliosa natura alpina per 8 km sul Sentiero dei Pianeti.

20170615_121137

Il primo gruppo all’arrivo a Collepietra

Ma andiamo con ordine. Giovedì 15 il primo gruppo di esploratori è giunto a Collepietra. Dopo essersi sistemati nelle tradizionali Haus, gli sventurati si sono avventurati su di un “facile sentiero di breve durata” che li ha tenuti impegnati per un pomeriggio intero tra salite e discese piuttosto impegnative. Scherzo (in parte…): sono state ore di camminata in mezzo a boschi stupendi. La meta di tale scarpinata iniziale sono state le Piramidi di Terra, una struttura erosiva molto particolare, forse la principale attrazione naturalistica di Collepietra.

P_20170615_152935Le Piramidi di Terra di Collepietra

Alla sera, il programma prevedeva di radunarsi per osservare con il nostro telescopio portatile, ma sono arrivate le nuvole, e ci siamo dovuti rassegnare.

Venerdì 16 al mattino siamo partiti da Collepietra e siamo andati a vedere un vero gioiello: lo splendido Lago di Carezza. Con le sue magnifiche acque blu intenso, trasparenti come il vetro, che riflettevano i boschi e le vette montuose, questa meraviglia ha conquistato il cuore di tutti!

P_20170616_102157

Il Lago di Carezza

Abbiamo fatto per ben due volte il giro del lago, un sentiero che si addentra anche nel bosco e lungo il quale abbiamo visto giocare gli scoiattoli (grazie ai piccoli esploratori del gruppo che li hanno visti per primi). La seconda volta erano arrivati anche i soci del secondo gruppo, e quelli del primo hanno colto volentieri l’occasione di un piacevolissimo bis.

20170616_111652

Ora ci siamo tutti (nella foto quasi tutti…)

Abbiamo pranzato vicino al Lago. Poi, al pomeriggio, ci aspettavano gli appuntamenti astronomici: prima di tutto, una visita al Planetarium Alto Adige – Sud Tirol, una bellissima struttura con proiezioni eccellenti addirittura tridimensionali!

20170616_150220

Anche in gita non rinunciamo mai alla nostra serietà… Eccoci pronti per la proiezione del Planetario!

Dopo un po’ di shopping e un meritatissimo gelato, siamo andati a cena nelle vicinanze dell’Osservatorio Astronomico Max Valier, la nostra tappa serale. La guida ci ha illustrato il loro genere di attività (lezione e osservazione, come noi) e dopo una breve presentazione del loro osservatorio e del loro gruppo ci hanno fatto vedere prima il telescopio che usano per l’osservazione solare, poi il loro telescopio “notturno”, un riflettore da 80 cm! Con quello, abbiamo osservato diversi oggetti celesti. A detta loro, il cielo non era dei migliori; a Cento pagheremmo oro per avere un cielo così…

20170616_222321

Il telescopio da 80 cm dell’Osservatorio Max Valier.

Dopo l’osservazione, tutti a nanna! Il sabato mattina ci aspettava il Sentiero dei Pianeti! Siamo tornati quindi all’Osservatorio, che rappresenta il Sole e il punto di partenza, e via! Pianeta dopo pianeta, siamo passati per boschi, prati, pascoli, mucche (eh sì…), e dovunque cadeva lo sguardo il paesaggio era semplicemente meraviglioso! Alla fine ci siamo concessi il meritato pranzo, dopo il quale gli esploratori più “distratti” sono corsi a cercare Plutone che era stato perso per strada.

20170617_094805

Eccoci a Mercurio! Prima tappa del Sentiero dei Pianeti…

Infine, siamo ripartiti per Collepietra, dove ci aspettava una visita al Museo locale.  Il Museo di Collepietra è veramente carino: ricostruisce perfettamente intere stanze dei tipici masi di una volta di quelle zone, con gli arredamenti originali. C’è un mulino che si può vedere in funzione, ci sono gli attrezzi di tanti mestieri del passato, ci sono reperti delle guerre mondiali, ma anche ricostruzioni degli esemplari tipici della fauna locale e tanti tanti altri oggetti. Aiutati dalla guida che ci ha descritto praticamente ogni pezzo del Museo, abbiamo passato un paio di ore molto interessanti.

20170617_161206 Al Museo di Collepietra

Domenica 18 giugno, infine, parte del gruppo si è fermata a Trento, per una visita al fantastico museo MUSE e una capatina nel vicino centro città. Il modo migliore per chiudere una gita meravigliosa!

Un grazie va alle signore Maria e Verena dell’Ente Turismo di Collepietra che ci hanno trovato alloggi e appuntamenti rendendoci possibile questo favoloso viaggio. E  un grazie a tutti i soci di tutte le età che hanno partecipato e che con la loro allegria, compagnia e simpatia hanno reso indimenticabili questi 4 giorni!

Claudia Ferrari


Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail