Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Domenica 30 Aprile, la macchina del tempo ci attende.

Pronti ad invertire il flusso del tempo, gli Astrofili Centesi si ritrovano davanti al museo Cappellini di Bologna.

I sette crononauti prima della missione scattano le foto di rito ed in un lampo sono ad un passo dalla porta del tempo.

Varcato l’ingresso del Cappellini l’orologio lentamente si ferma e le lancette iniziano a correre a ritroso… ieri, una settimana fa e via via fino ai primordi.

Come in un fotogramma di Jurassic Park, i viaggiatori del tempo sono contornati da dinosauri, mammut e l’immenso cranio di un antico carnivoro impone lo stesso rispetto di quando tra le fauci stritolava le sue prede. Sopra ad esso, un enorme erbivoro, il gigantesco diplodoco con i suoi 30 metri di lunghezza domina la scena. Incredibile cosa ci sia nascosto tra i palazzi medievali di Bologna!

9.Gita a Bologna

Il gigantesco diplodoco e il cranio del carnivoro

Tra un animale estinto e l’altro riemersi dal passato, ecco il segnale! Dal controllo missione viene comunicato che è ora di tornare al presente ma qualcosa non funziona durante il rientro. Il gruppo rimane bloccato nel medioevo Bolognese e facendo di necessità virtù, continuano la missione esplorativa tra i vicoli e i palazzi scoprendo una bellissima veduta sui canali fluviali bolognesi dalla finestrella di via Piella.

news_finestrellapiella

Una Bologna sorprendente quella che emerge dalla finestrella in via Piella

L’orologio sembra impazzito e senza di esso è impossibile procedere al rientro, bisogna trovare un riferimento di tempo, ma dove?

Un’ idea fantastica viene ad uno degli astrofili, la soluzione è a portata di mano! Nella centralissima piazza Maggiore all’interno della basilica di san Petronio si trova la meridiana di Cassini, la più grande al mondo, estremamente precisa. La squadra cammina veloce e raggiunge lo strumento gnomonico in pochi passi. Come dalle aspettative, dal piccolo foro entra un raggio di luce che permette di sincronizzare l’orologio sul mezzogiorno locale all’atto del passaggio sulla linea meridiana. Un attimo… un lampo… no, ci sono le nuvole! No, aspettate ecco il Sole… ecco, sta transitando… mezzogiorno (solare)! E tutto torna alla normalità del presente.

news_sanpetronio

Il momento del transito del Sole sulla meridiana

Sani e salvi, i sette intrepidi decidono di festeggiare, seduti a tavolino, con una pizza al taglio, una Coca-Cola ed un caffè!

Prima di rientrare una sbirciatina ai tetti bolognesi dall’alto della terrazza panoramica di San Petronio e dal belvedere a San Michele in Bosco, visita alle Sette Chiese, all’Archiginnasio… e chi più ne ha più ne metta! Con tanto di chicca finale: una seconda meridiana, a sorpresa, situata nell’Astuccio degli Asinelli. Non sapete cos’è? Segreti di Astrofili Centesi!

Una gita bellissima a cavallo del tempo, perfettamente riuscita e in ottima compagnia.

news_fotogruppo

Thomas Mazzi, Claudia Ferrari

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail