Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Serata del 17 febbraio 2017: strane e minacciose nubi si danno appuntamento sopra al cielo dell’osservatorio astronomico di Cento.

Come attratte da una oscura forza si accumulano numerose, originando una densa coltre mentre la serata all’osservatorio inizia sul tema del libero pensiero.
La presentazione scorre tra una slide e l’altra con i nomi di antichi astronomi, pensatori greci,  moderni eretici e intanto dalle finestre si vedono i primi lampi, mentre la pioggia inizia a cadere sempre più copiosa e incessante.

news_pendolo_lezione

Un tuono irrompe nella serata, alcuni dei presenti sobbalzano ed altri, ridendo, alludono scherzosamente allo spirito del Nolano.

Il tempo inclemente vieta ogni osservazione dalla cupola, ma poco importa:  l’incontro procede con alcune dimostrazioni pratiche e con l’inaugurazione tanto attesa del pendolo di Foucault, posizionato all’entrata dell’osservatorio.

news_pendolo_esperimenti
Si tratta di un pendolo corto, di soli 3 m di lunghezza, e con una massa di circa 1 kg, una vera sfida pratica per questo tipo di esperienza scientifica.
Tutti i presenti circondano incuriositi lo strumento, mentre lo staff provvede alla sua preparazione, finché ad un tratto il conduttore dell’esperimento esclama: PRONTI A VEDERE LA TERRA RUOTARE?
Con l’ausilio di una fiamma recide la funicella che vincola il pendolo e questo inizia ad oscillare in una danza armoniosa.

news_pendolo_pendolo attivo

Quasi ipnotizzati dal lento dondolare, gli astanti rimangono in silenzio, si odono solo le parole del conduttore mentre descrive le fasi dell’esperimento.
Passati pochi minuti già si intravede uno spostamento, e dopo pochi altri la differenza è palesemente visibile: a questo punto, lo staff sottolinea che non è il pendolo a ruotare ma la Terra sotto di esso.
L’esperimento del pendolo di Foucault riscuote successo e genera stupore tra i presenti, anche tra i più grandi, che fin da piccoli avevano sentito dire dagli adulti che è la Terra a ruotare e non le stelle e in questa serata hanno avuto la prova.


Thomas Mazzi, Claudia Ferrari

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail