Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Nel mese di giugno le giornate si allungano, togliendoci purtroppo preziose ore di buio per l’osservazione della volta celeste.
Le costellazioni che hanno preso parte dello scenario dei cieli invernali sono del tutto scomparse tranne i Gemelli, con le stelle Castore e Polluce, e l’Auriga con la luminosa Capella, che si possono intravedere ancora, molto basse, sull’orizzonte ovest.

Si avviano verso il declino ad ovest anche le costellazioni primaverili quali il Leone, con Regolo, la sua stella principale e la Vergine con la luminosa Spica.

A nord, dalle prime ore della serata, vediamo sorgere le 3 principali costellazioni estive: La Lira, con la stella Vega, il Cigno, con la stella Deneb, e l’Aquila con la stella Altair.
Tra queste costellazioni, in particolare tra l’Aquila e il Cigno, se osserviamo da luoghi bui, possiamo notare una striscia chiara.
Questa striscia è la nostra galassia, la Via Lattea che, se potessimo osservarla con un telescopio o anche con un semplice binocolo, vedremmo composta da tante piccole stelline.

Procedendo verso Sud vediamo, molto bassa sull’orizzonte, l’affascinante costellazione dello Scorpione con la stella rossa Antares che rappresenta il cuore dell’animale.
Sopra ad essa troviamo l’Ofiuco, una costellazione molto estesa ma composta da stelle particolarmente deboli.
Fa parte delle costellazioni poste sull’eclittica ma a differenza delle altre non viene considerata come costellazione zodiacale.

Spostandoci in direzione ovest incontriamo la 5° costellazione più grande del cielo ovvero la costellazione di Ercole, formata da un trapezio di stelle chiamato anche “chiave di volta”.

Accanto ad Ercole troviamo la Corona Boreale,  facilmente individuabile grazie alle sue stelle poste ad arco, di cui Gemma è la più luminosa.
Procedendo ad ovest incontriamo l’estesa costellazione del Boote con la stella Arturo, e le costellazioni dei Cani da caccia e della Chioma di Berenice.

A nord-ovest troviamo la Grande Orsa che ci conduce alla stella polare mentre a nord-est riconosciamo le costellazioni circumpolari quali Cassiopea, Cefeo, nonché l’estesa costellazione del Dragone.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail